Le Terme di Arta

 

- GIT SpA Terme Marine e Spiaggia Grado

Conosciute fin dall’epoca romana, apprezzate tra gli altri dal poeta Giosuè Carducci, Le Terme di Arta si trovano al centro della regione alpina della Carnia unendo così i benefici della medicina termale ad un soggiorno all’insegna del relax in un contesto naturale che invita a lunghe passeggiate alla scoperta delle risorse naturali e culturali della zona.

 

L’acqua Pudia delle Terme di Arta sgorga dalla sorgente alla temperatura di 9°C ed è classificata come acqua minerale solfato-calcico-magnesiaco-solfurea. In quanto sulfurea, essa agisce sul sistema neurovegetativo con un aumento dei meccanismi di difesa e antinfiammatori dell’organismo e con effetti benefici nella cura della psoriasi, delle dermatiti atopiche e dell’acne giovanile. Usata come bibita (cura idropinica) è efficace nella cura delle patologie dell’apparato digerente; la presenza di solfato di calcio e di magnesio la rende utile nella cura della stipsi cronica, grazie all’aumento della velocità del transito intestinale. Bagni, fanghi e idromassaggi, infine, vengono prescritti in presenza di malattie osteoarticolari e dermatologiche.
Alle Terme di Arta vengono anche praticati trattamenti termali per i bambini, in particolare per coloro che soffrono di malattie croniche dell’apparato respiratorio e di patologie dermatologiche, per le quali risulta particolarmente efficace l’utilizzo di acque sulfuree e solfato calcico magnesiache.

La località di Arta Terme si trova all’altezza di 442m nella regione alpina della Carnia al confine tra il Friuli Venezia Giulia e l’Austria, più precisamente nella Val Bût, una delle sette valli della regione molto amata, tra gli altri, dal poeta Giosuè Carducci, che frequentò le Terme e che alla Carnia ha dedicato diverse poesie tra le quali la celebre “Il comune rustico”.