2017 20 Julij

Enrico Galiano Venerdì 21 luglio alle 18 Velarium GIT

Enrico Galiano Venerdì 21 luglio alle 18 Velarium GIT
LIBRI & Autori a GRADO

#CoseDaProf. "Se non ti diverti tu a insegnare quello che insegni, come puoi pretendere che lo facciano i tuoi studenti?"

È abbastanza inconsueto che un professore sia seguito volentieri dai suoi giovani studenti.

Il più delle volte c’è interesse relativo; e chi gli da bada lo fa perché conviene o se ne temono le reazioni negative.  Nell’esperienza del docente pordenonese Enrico Galiano c’è il dialogo oltre l’ascolto, perché è palese la sua passione per l’insegnamento e la sua scelta di capire le ragioni degli allievi. È capace di adoperare il loro linguaggio, ottenendo credibilità e successo.

Così aiutando pure noi lettori ad entrare in quel mondo. 

Galiano ha trasfuso questa sua singolare esperienza nel romanzo “Eppure cadiamo felici” pubblicato da Garzanti, che verrà presentato a Grado venerdì 21 alle ore 18 in spiaggia, nell’ambito della rassegna “Libri e Autori a Grado” giunta alla 27a edizione. Giulia 17 anni e Lo che ne ha 18, rappresentano un’ampia schiera di loro coetanei, disputano con i compagni di classe e con i loro genitori; come fanno tutti gli altri. Ma qui c’è il professore di Filosofia che ascolta, oltre l’orario delle lezioni; invita la ragazza a riflettere, a comprendere meglio sé stessa e il suo ragazzo innamorato.

 

Il professor Galiano è giunto a questo ambito risultato avendo alle spalle tre saggi, pubblicati da Biblioteca dell’Immagine. Nel 2004 “Vecchi fuori” un viaggio sugli abbandoni nelle case di riposo. Nel 2007, avendo fatto il cameriere per dieci anni “Italiani al ristorante”, cioè visti a tavola. Nel 2010 “Cattivi bambini” con le domande che rivolgono ai grandi, le peggio cose che fanno spiandole dagli adulti: un prezioso viaggio dentro la realtà del nostro vissuto quotidiano, propedeutico a quello dei ragazzi a scuola e nella loro vita verso l’età adulta.

Libri e Autori a Grado” è promossa dalla Regione Friuli Venezia Giulia e dal Comune di Grado, con la collaborazione della GIT e della libreria Dante, il sostegno della fondazione Antonveneta, gli sponsor Cantine Livio Felluga e Consorzio Tutela Vini del Collio. Tullio Svettini di Grado Teatro leggerà a conclusione dei versi di Biagio Marin e quindi brindisi per tutti con i vini del Consorzio Collio.

 





 GRado, spiaggia, Bambini, Paradiso per i bimbi, Vacanza, Famiglia, secchiello, sicura, tranquilla, ideale