2017 29 giugno

Gabbiano Reale

Gabbiano Reale
Tanti Auguri al Poeta Biagio Marin (29 giugno Grado 1891)

Era una fine giugno violenta, il giorno che gli uomini chiamano di San Piero; su l'ora del mezzodì il sole infocava la sabbia del dosso, sì che si vedeva l'atmosfera vibrare e ondeggiare come fumo azzurrino, trasparente. Mamma gabbiana, sicura del fatto suo, aveva abbandonato la covata, appena il sole aveva cominciato a scaldare, ed era partita con lo stormo, ad inseguire aguglie verdeggianti, lungo la diga di Grado. Ogni tanto, si ricordava del covo abbandonato e partiva con gran colpi d'ala, veloce. Calava a ali distese, sopra le uova, tra le sabbie e le alghe, e con due rapidi svolazzi, fermava l'impeto, per posare, lievissima, sul covo. Stava un attimo cheta, col cuore che le sonava dentro, e rassicurata della solitudine e del silenzio, non si sentiva che il fresco sciambrottio del mare e l'organo vicino e lontano del maestrale, partiva a saetta verso l'isola, sulla quale volteggiava lo stormo.
Così avvenne, che proprio sull'ora del mezzodì, un guscio d'uovo crepò, si screpolò e quindi s'aperse, e ne uscì, brutto, come tutte le creature appena nate, un nuovo Gabbiano Reale. La luce lo intontì, il maestrale gli soffiò addosso un brivido, sfiorandogli la piuma. Ma fu questione di un momento: la gabbiana s'era calata gridando di gioia accanto a lui, e lo ripuliva...





 GRado, spiaggia, Bambini, Paradiso per i bimbi, Vacanza, Famiglia, secchiello, sicura, tranquilla, ideale


Ultime Notizie